Ultime notizie dalla Missione della Guinea Bissau

Gent.mi Amici:
aggiorniamo le notizie sulla situazione dei missionari e sui progetti che interessano e spingono la nostra solidarietà nei confronti dei bambini della Guinea Bissau.

In questi ultimi tre mesi, cioè da settembre in poi, sono avvenuti alcuni fatti importanti. Il direttore della missione di Bissau non è più Fratel Beppe Negro, ma Padre Lidio Roman, che è anche parroco della parrocchia di Sant´Antonio di Bandim. Fratel Beppe è rimasto Direttore della scuola professionale CIFAP di Bissau. La Parrocchia di Bula, che da due anni era senza Parroco, ha riavuto il parroco nella persona di Padre John Martelli. Si è ripetuta una situazione che risale a 25 anni fa, quanto lo stesso Padre John iniziava, proprio a Bula, l´attività missionaria dei Giuseppini. In settembre Padre Pierangelo ha finito di attrezzare la nuova scuola al centro Sao Josè di Bissau e ha dato inizio all´attività scolastica, dopo aver fatto il pieno di iscrizioni, per le classi prime, seconde e terze ( equivalenti alle nostre elementari). I giuseppini che attualmente sono missionari in Guinea Bissau, nel mese di ottobre hanno festeggiato i 25 anni di presenza in questa nazione, con manifestazioni religiose e con commemorazioni alle quali hanno partecipato le più alte autorità. Il 5 novembre è arrivata in Italia Jessica, accompagnata dalla mamma Teresa, per sottoporsi ad esami e ad un nuovo intervento al femore della gamba sinistra.

Alcuni di questi fatti meritano due parole in più di commento. L´apertura della nuova scuola al centro Sao Josè è un traguardo importantissimo , raggiunto , grazie soprattutto alla solidarietà di tante classi delle scuole medie d´Italia e di tante persone m che adottano dei bambini e sanno che anche i loro adottati possono frequentare questa scuola. Avere una scuola che funzione regolarmente e che offre anche un pasto quotidiano ai suoi alunni è una fortuna che è toccata a 300 bambini di Bissau. C´è stata una giornata di festeggiamenti per il giorno dell´inaugurazione e tante famiglie si sono ritrovate insieme, come se da sempre facessero parte di una comunità scolastica ben affiatata e fortemente unita. Noi Amidi della Guinea Bissau, che sentiamo come nostra creatura questa scuola, la sosterremo nel corso di adusto primo anno, perchè i costi della sua conduzione vengano coperti. L´arrivo di Jessica in Stallia dimostra che il caso Jessica lo seguiamo e lo seguiremo fino a portare questa nostra carissima amica al superamento del suo grave handicap. L´ospedale San Luigi ha già aperto le sue porte per le prime visite e il mese di dicembre coinciderà con il ricovero, l´operazione e la permanenza post-operatoria in ospedale. Le famiglie, che due anni fa hanno ospitato Jessica e la mamma, sono disponibili a ripetere questo prezioso e premuroso gesto. Auguriamo a Jessica una buona riuscita di questo secondo intervento chirurgico e una veloce ripresa di un discreto uso della sua gamba malata. Il 2010 sarà ancora per i nostri missionari un anno di grandi impegni e novità.

Presso la Chiesa della Madonna del Carmine si inizieranno preso i lavori per costruire un salone polivalente. Non sarà grande come quello che è stato fabbricato negli anni 2007-2008 presso la Chiesa di Sant´Antonio di Bandim, ma sarà comunque un ambiente molto utile peri tanti bambini di quel quartiere, non distante dalla Cattedrale. Nel salone troveranno accoglienza per dei corsi pomeridiani di doposcuola, per incontri di catechismo, per feste e momenti di svago alla domenica pomeriggio. Potrebbe funzionare anche un ambulatorio e un dispensario di alimenti, in alcuni giorni della settimana. Altro cantiere, veramente importante e impegnativo, non tarderà ad aprirsi al centro Sao Josè e durerà parecchi mesi, perché verrà costruita la chiesa nuova, per la quale alcune diocesi tedesche hanno inviato degli aiuti finanziari.

Auguriamo quindi la piena riuscita di tutte le iniziative che stanno per avere inizio, e come Amici della Guinea Bissau, daremo sempre il nostro adeguato contributo.